Chi siamo?

Abbiamo gli iscritti al gruppo noallapornodipendenza, l’uomo che andrà in pornodipendenza. Siamo persone gentili, aggrappato a un fragile equilibrio interiore. Siamo border line, siamo pellegrini in cerca della nostra terra promessa.
E la nostra terra promessa-è quello di trovare se stessi, rispetto per se stessi, l’amore per se stessi, l’amore per se stessi, simpatia .

dipendenza abbiamo preso tutto. Ci ha fatto perdere la nostra essenza. E stiamo per perdere tutto. Naufraghi definitivamente dalla nostra vita. E poi, poveri naufraghi in un mare in tempesta della nostra vita, abbiamo trovato un gruppo. La zattera, e a lei ci aggrappiamo con tutte le forze, con tutta la sua disperazione. E ognuno di noi pensava che solo un naufrago in questo vasto mare, e mano nella mano abbiamo visto arrivare ancora, per aggrapparsi a una zattera.
Sempre di più. E più di naufraghi aggrappati a una zattera, di salvataggio, più diventa forte e sicura. E a un certo punto la zattera non solo nuotato, ma ho cominciato a capire vagamente, in quale direzione. E i nostri cuori brivido e tremavano dalla paura che tutto finisca. Ed altri naufraghi arrivavano ed i vecchi conforto nuovi, appena arrivati, fino ad esaurimento. Ecco, la nostra zattera forse sta trovando faticosamente, disordinatamente una rotta salvifica.
Ora sappiamo che abbiamo la possibilità di salvare. Sappiamo che tutto dipenderà da noi, dalla nostra volontà e la capacità di amare e rispettare se stessi.
Perché questo sito?
per il gruppo di auto-aiuto,
Perché dobbiamo verificare,
per parlare della nostra angoscia,
dei nostri piccoli e grandi vittorie,
ne di scivolare,
dei nostri tentativi di capire perché siamo in questa condizione,
isolamento in cui si può sprofondare,
la nostra crisi nel rapporto con i nostri partner,
i nostri problemi di efficienza sul posto di lavoro,
la perdita di relazioni con gli amici,
il fascino maledetto di stare circa un monitor per guardare migliaia di immagini,
nel mistero di ore che passano e tu non vedi,
senso di frustrazione-mancanza di autostima-la rabbia con se stessi che ci prende quando ci comportiamo da parte dei dipendenti,
assurdo la nostra dipendenza,
sentiamo di prendere in un vortice e temo di non poter uscire,
non ha sentito, in grado di gestire la nostra vita,
di gioia e quasi di esaltazione quando il tempo puoi uscire dal vortice,
profonda soddisfazione quando la sera vai a letto e guardare sul tuo computer con distacco e pensi che non è pericoloso per te,
che una persona è dipendente da droghe tradizionali (alcol, eroina, tabacco ecc) in fondo non si vergogna di dirlo (ed in fondo gli altri-anche non dipendente,-di accettare, capire e simpatizzare con queste dipendenze), ma nessuno di noi se parlare in pubblico sulla nostra malattia nel tentativo di capire e simpatizzare.